GENERALITA

Kinesiologia è un termine greco composto da due parole kinesis = movimento e logos = scienza, da qui il significato di “studio del movimento”.

Parliamo di una disciplina olistica che consente, attraverso dei test muscolari, di ottenere maggiori informazioni sull’equilibrio generale di un individuo.

Consente di rendere consapevole la persona di cosa è meglio per sè e per la sua vitalità, in modo da poter esprimere pienamente le proprie risorse e potenzialità al fine di raggiungere e di mantenere uno stato psico-fisico ottimale.

 

STORIA

La Kinesiologia nasce in California USA all’inizio degli anni ’70 dal Dott. Goodheart che studiò la relazione esistente tra i muscoli e i sistemi energetici della medicina tradizionale cinese.

Si accorse che usando i test muscolari poteva valutare l’energia di organi, viscere e singoli meridiani ad essi correlati.

Le sue ricerche lo portarono così a determinare che l’individuo è composto da elementi in connessione fra loro e, dunque, come qualsiasi evento che ne destabilizzi anche solo uno creerà disarmonia anche su tutti gli altri livelli: mentale, emotivo, biochimico, nutrizionale, energetico, sistemi di credenza, stile di vita.

 

TECNICA DELLA KINESIOLOGIA APPLICATA

Goodheart  scoprì che attraverso la manipolazione di alcune vertebre si possono rafforzare o indebolire i muscoli.

I test muscolari vengono eseguiti esercitando pressioni di varia intensità sugli arti della persona per valutare, attraverso la velocità di risposta del muscolo, la distribuzione dell’energia nelle varie zone corporee e quella relativa alle specifiche funzioni.

Quando si evidenzia uno squilibrio, ed il muscolo risponde debolmente, si dice che è inibito. Il riequilibrio avviene attraverso la stimolazione di diverse vie per influire sulla forza muscolare:

  • Punti neuro linfatici: sparsi sulla superficie corporea agiscono sul drenaggio linfatico;
  • Punti neuro vascolari: sono posti sul cranio. Si esercita una pressione che va ad agire sulla muscolatura liscia a livello dei vasi;
  • Nervi periferici: posti nelle zone periferiche che escono dalle varie vertebre agiscono beneficamene attraverso la loro stimolazione;
  • Meridiani di agopuntura: fuoriescono dagli spazi intervertebrali e uniscono punti energeticamente privilegiati.

BENEFICI

I più evidenti benefici sono quindi quelli a carico dei muscoli e sulla componente emotiva:

  • dolore, rigidità, traumi, superlavoro o debolezza muscolare, di mal di schiena, dolori articolari, mal di testa, sindrome del tunnel carpale;

Per la sua azione sugli organi interni e sul funzionamento ormonale si può applicare la kinesiologia anche per problemi:

Sono molti i benefici della kinesiologia, ed è facile intuire come si possa adottare e scegliere un trattamento di riequilibrio muscolare kinesiologico “Touch for Health” (una delle tecniche maggiormente utilizzata) a molti disturbi, proprio a partire dalla concezione di salute che sta alla base di questa terapia olistica.

 

KINESIOLOGIA: COSA CURA

Come l’osteopatia, anche questa pratica in Italia non è ufficialmente riconosciuta dal Ministero della Sanità.

Tuttavia, si ritiene che sia valida per il trattamento di diverse patologie, quali:

  • Disturbi osteoarticolari di varia natura;
  • Dolori muscolari e stiramenti muscolari;
  • Alterazioni osteoarticolari e Cattiva circolazione sanguigna;
  • Intolleranze alimentari;
  • Disturbi digestivi;
  • Problemi metabolici e intestinali;
  • Stress;
  • Ansia;
  • Disturbi dell’attenzione della memoria.