Perchè diventare un massaggiatore specializzato in Massaggio alla schiena può cambiare la tua vita?

Perchè, chi decide di diventare un massaggiatore professionista ha scelto di imparare una professione che riesce a creare benessere, uno di quei lavori che, come obiettivo fondamentale, ha quello di prendersi cura delle persone, cercando di risolvere eventuali disturbi, attutire gli effetti spiacevoli di noiosi inestetismi, aiutare a superare dolori spesso cronici e fastidiosi.

Oppure semplicemente, ma in modo non scontato, favorire il rilassamento.

E, in una società così frenetica, non è poca cosa.

Insomma, essere un massaggiatore è una scelta precisa, che riempie di soddisfazione, gratificazione e possibilità di aiutare il prossimo.

Ogni tecnica di massaggio è specifica per determinati tipi di problemi ed è indirizzata alla tutela di tutti quei tessuti e apparati che compongono il nostro organismo.

Ecco perché, nella scelta delle pratiche da comprendere nel tuo percorso formativo e nella costruzione del tuo personale bagaglio professionale, è importante tenere conto delle esigenze a cui ti potrebbe capitare di dover rispondere.

Si rivolgerà a te chi ha bisogno di combattere cellulite, rughe e smagliature, chi avrà bisogno di ritrovare l’armonia tra mente e corpo, chi dovrà sciogliere contratture muscolari, chi vorrà trovare sollievo da oppressivi mal di schiena, magari dovuti ad artrosi, discopatie ed ernie.

Quest’ultima, d’altra parte, è una condizione molto comune in una società dove spesso le persone vivono una vita piuttosto sedentaria.

Ecco perché oggi vogliamo parlarti del corso di massaggio alla schiena, suggerendoti di inserirlo nella lista delle tue pratiche, per offrire alle persone che ricorreranno alle tue competenze un’arma straordinaria contro artrite, discopatie ed ernie.

Sei curioso? Continua a leggere e scopri tutto ciò che devi sapere sul corso di massaggio alla schiena.

Leggi anche: Il massaggio connettivale: alleato con dolori e fastidi

INDICE

IL MASSAGGIO ALLA SCHIENA: UNA TECNICA EFFICACE CONTRO DOLORI E FASTIDI CREATI DA ARTROSI, DISCOPATIE ED ERNIE

Probabilmente, è uno dei problemi più comuni: il dolore alla schiena. Forse il tipo di disturbo che caratterizza la civiltà contemporanea, per via dello stile di vita prettamente sedentario, fatto di ore di lavoro davanti a un pc, di poca attività sportiva, di tanto tempo trascorso in auto in mezzo al traffico.

Tutto questo, connesso a eventuali abitudini errate e a cattiva postura, sono spesso causa di muscoli deboli e poco tonici, a volte incapaci di sostenere a dovere la colonna vertebrale.

Esistono, poi, delle patologie specifiche, derivanti sia dallo stile di vita che da altri tipi di fattori, le quali contribuiscono a rendere il dolore alla schiena uno dei disturbi caratteristici della nostra epoca.

Ma quali sono le anomalie che si posso verificare a livello della colonna vertebrale? Sicuramente, le 3 più comuni sono:

  • discopatie;
  • ernie;
  • artrosi

Disturbi che, non arrivati al loro punto culminante in cui sarebbe opportuno rivolgersi a un medico specialista, posso essere contenuti e alleviati mediante diverse terapie, tra cui anche pratiche e manovre di massaggi sapienti, scrupolosi e nutriti da una solida e sicura formazione.

Ma prima di raccontarti come si svolge il corso di massaggio alla schiena, vogliamo spendere alcune righe per comprendere cosa sono le patologie sopra elencate, per avere così ancora più chiaro il vasto ventaglio di applicazione di una tecnica che può rilevarsi davvero un alleato formidabile.

Leggi anche: Corso di massaggio cranio sacrale: l’aiuto alla colonna vertebrale

I NEMICI DELLA SCHIENA: ARTROSI, DISCOPATIE ED ERNIE

Ecco in breve alcune informazioni utili qualora ti trovassi a massaggiare qualcuno che si trovi in una delle seguenti condizioni:

  • ernia del disco: è una patologia comune dei dischi intervertebrali, quei cuscinetti che fungono da ammortizzatore tra una vertebra e l’altra, permettendo così di alleggerire le pressioni dovute ai movimenti. Ogni cuscinetto è formato da due elementi fondamentali: un anello e un nucleo polposo.

Quando, a causa di un trauma, di sbagliate abitudini o dell’avanzare dell’età, il contenuto liquido che costituisce il disco diminuisce, le vertebre riducono la loro distanza e, come reazione a uno stato di difficoltà, cercano di trattenere più acqua, anche se non hanno le strutture integre per poterla mantenere.
Così il disco si gonfia, creando quella che viene chiamata protrusione discale.
Ora, se è il nucleo polposo della vertebra ad andare in sofferenza, non si verifica l’ernia; ma, se è l’anello a soffrire, quest’ultima si creerà, e il dolore sarà procurato dal contatto tra i nervi e il materiale scaturito dalla rottura dell’anello;

  • discopatia: può essere lombare o cervicale ed è la degenerazione del disco tra le due vertebre. Può essere classificata in lieve, moderata, grave e severa;
  • artrosi: degenerazione a carico delle articolazioni, comporta il progressivo deterioramento della cartilagine che, poco a poco, viene sostituita dall’apparato osseo. Le zone più colpite sono la colonna vertebrale, le anche, le ginocchia, le dita di mani e piedi. Non deve essere confusa con l’artrite reumatoide che, a differenza dell’artrosi, è un processo infiammatorio che non coinvolge solo le articolazioni e che può avere cause batteriche o virali.

Abbiamo descritto molto brevemente le più comuni patologie che possono essere la causa del dolore alla schiena. Come avrai notato, sono condizioni abbastanza comuni, anche perché molte volte derivano semplicemente dall’avanzare dell’età, dalle abitudini giornaliere o dal tipo di lavoro.

Ecco perché ti consigliamo di seguire il corso di massaggio alla schiena, perché tante saranno le persone che si rivolgeranno alle tue competenze per trovare refrigerio e allontanare eventuali fastidi percepiti in questa delicata e fondamentale parte del nostro organismo.

Leggi anche: Diploma alta formazione in massaggio professionale

TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SUL CORSO DI MASSAGGIO ALLA SCHIENA

Allora, quale può essere una soluzione alla portata di mano per chi soffre di questi disturbi? Sicuramente affidarsi alle mani di un massaggiatore esperto, professionale e preparato può essere un ottimo rimedio per alleviare i sintomi e intraprendere una prassi preventiva utile per rinforzare, mantenere elastici e ridurre la tensione della zona dorsale e lombosacrale della colonna vertebrale.

Il nostro consiglio, dunque, per te che vuoi diventare un massaggiatore 

 professionista o che già pratichi questa straordinaria professione, è quello di pensare all’acquisizione della tecnica di massaggio alla schiena come un’opportunità importante per offrire alla persona un rigenerante senso di leggerezza e benessere, garantendo così un percorso rilassante, detensionante e risolutivo rispetto a situazioni di pesantezza muscolare e sovraccarico vertebrale.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono i moduli che affronterai:

  • cenni di anatomia delle vertebre dorsali e lombari;
  • cenni di anatomia sull’osso sacro;
  • informazioni sulla muscolatura dorsale e lombosacrale;
  • descrizione dell’artrosi, delle discopatie e delle ernie;
  • indicazioni e controindicazioni del massaggio;
  • parte dedicata alla pratica: manualità utilizzate e spiegazione degli effetti fisiologici;
  • descrizione della sequenza di lavoro corporeo in posizione supina e prona;
  • schema di lavoro ed esercitazioni pratiche;
  • simulazione di un tipico trattamento decontratturante e miorilassante;
  • esecuzione di un’intera seduta di massaggio.

Come vedi, il programma è basato su una fitta relazione tra parte teorica, attraverso cui acquisirai tutte le informazioni base per poter sviluppare in modo completo, efficace e consapevole le manualità tipiche del massaggio alla schiena, e una parte pratica, indispensabile punta di diamante del nostro innovativo metodo di formazione.

Alla fine del corso sarai in grado di eseguire in totale sicurezza un completo massaggio alla schiena. E sarà gratificante, perché avrai la netta percezione di essere stato capace di creare benessere e contribuire alla salute della persona che si rivolgerà alle tue competenze. In fin dei conti, questo è lo scopo principale dei massaggiatori professionisti, di quelli che si formano con scrupolo, attenzione e passione.

Allora, che aspetti? Inizia subito il tuo affascinante viaggio nel mondo dei massaggi imparando una pratica capace di allentare i fastidi legati a uno dei dolori più comuni tra le persone.

Per ulteriori informazioni visita la pagina e mettiti in contatto con noi. Siamo sempre pronti a rispondere a ogni tua domanda.

Leggi anche: Corso di massaggio cranio sacrale: l’aiuto alla colonna vertebrale