Oggi scopriamo insieme il massaggio thailadese tradizionale , cosa sono le linee energetiche sulle quali agiscono le manovre proprie della tecnica, la sua capacità di riuscire a ristabilire l’armonia psicofisica.

Con il corso di massaggio thailandese entrerai in sintonia con lo straordinario mondo orientale, i suoi principi e i suoi valori.

E sarai capace di creare benessere, allontanare lo stress e regalare equilibrio.

Quando qualcuno nel Regno del Siam è malato, affida il suo corpo a una persona esperta a camminare su di lui con i piedi”.

Così scriveva, tra la fine del 1687 e l’inizio del 1688, Simon de la Loubère, diplomatico francese in missione nel regno del Siam, oggi odierna Thailandia.

Probabilmente questa è una delle più antiche testimonianze giunta in occidente da quel remoto mondo orientale avvolto da una cultura affascinante, da profonde tradizioni e da arcane filosofie.

Dalla frase del funzionario francese, capiamo subito che si riferisce a quella straordinaria tecnica rappresentata dal massaggio thailandese: quella persona esperta che cammina con i piedi sul corpo di una persona malata è un massaggiatore consapevole e formato che, con sapienza, sa come eseguire la pratica più diffusa in questo magico paese del sud – est asiatico.

Una pratica simbolo di una nazione e delle sue credenze, fatta di conoscenze antiche e capace di creare diversi e meravigliosi benefici.

Leggi anche: Diploma in tecniche orientali: i corsi di massaggio per imparare le tecniche più richieste del momento

INDICE

UN’ANTICA E LEGGENDARIA TRADIZIONE: IL MASSAGGIO THAILANDESE

Oltre 2500 anni di tradizione saldamente legata alla diffusione del buddismo nel continente asiatico. Una pratica che è diventata un ramo della medicina tradizionale thailandese, disciplinata dal governo e insegnata nelle scuole di tutto il paese.

Il massaggio thailandese non è esclusivamente una tecnica di benessere, ma è un rito con una cultura profonda, indissolubilmente legato alla vita, alla civiltà e ai costumi della società.

E lo è da millenni.

Tra memorie e precetti tramandati oralmente e testimonianze scritte, la sua storia è avvolta da un velo di leggenda.

Si narra che l’iniziatore della pratica fu Jivaha Komarabhacca, medico personale del Buddha Sakyamuni, fondatore del buddismo.

Già la sua storia è una combinazione di mito e realtà: abbandonato alla nascita perché figlio illegittimo e indesiderato, viene trovato dal principe Abhaya che lo porta con sé a corte.

Fin da subito, il bambino si rivela un prodigio nel campo della medicina e ben presto diventa il medico del Buddha, seguendolo nella sua opera di diffusione dei precetti e dei valori buddisti.

Ed è proprio dalla storia leggendaria di questa figura che si dipana l’altrettanto mitica storia del massaggio thailandese.

Si racconta infatti che, quando monaci buddisti e allievi di Shivago (all’italiana) arrivarono nelle terre che costituiscono oggi la Thailandia.

Il massaggio cominciò a diffondersi e a essere praticato come uno dei principali insegnamenti della più antica scuola buddista conosciuta.

Ma tutto, ancora, era tramandato solo oralmente.

Infatti, si dovrà aspettare la prima metà dell’8oo affinché il re Rama III, sfruttando i pochi documenti scritti rimasti dopo l’invasione birmana del 1767, facesse incidere sui muri dell’odierno Wat Pho, importante tempio buddista, le prime rappresentazioni di posizioni e linee energetiche alla base della tecnica.

E arriviamo ai nostri giorni. Alla fine del ‘900, viene fondato il National Institute of Thai Traditional Medicine.

E così, la medicina tradizionale trova un posto nel servizio di salute pubblica, acquistando autonomia, validità terapeutica e riconoscimento formale.

COSA SONO LE LINEE ENERGETICHE? IMPARA A CONOSCERLE CON IL CORSO DI MASSAGGIO THAILANDESE

Incontro di dottrine provenienti dall’India, dalla Cina e dal sud–est asiatico, il massaggio thai ha, come concetto di partenza, la concezione olistica dell’individuo e il pensiero secondo cui tutto è energia

Da qui deriva il fatto che il nostro corpo ha dei canali energetici attraverso cui scorre questo spirito vitale, nel paese in questione chiamato Lom Pran, Vento della Vita. 

Questi canali sono le linee energetiche dette Sen.

Indispensabili per capire profondamente e saper mettere in pratica un efficace massaggio.

Ogni linea porta energia a una singola cellula dell’organismo ed è per questo che, potenzialmente, possono essere infinite.

Esistono, però, 10 vie essenziali dalle quali, poi, si dipartono tutte le altre.

Ognuna di loro nasce nell’area intorno all’ombelico, arrivando fino alle estremità del corpo, sono legate a funzioni generali e influenzano gli organi che attraversano.

Conoscere quest’argomento sarà la chiave di volta per individuare specifici punti di pressione importanti per ottenere i benefici sperati.

Il corso di massaggio thailandese ha proprio questo come obiettivo, consegnarti gli strumenti per intervenire sulle linee energetiche attraverso pressioni effettuate utilizzando molte parti del tuo corpo, come pollici, gomiti, ginocchia e piedi.

Inoltre, alla fine del corso, sarai anche in grado di operare attraverso rigeneranti stiramenti e far assumere posizioni tipiche dello yoga passivo.

E grazie a questo, sarai capace di donare benessere e sollievo.

Leggi anche: Massaggio ayurveda? Scoprilo iniziando con i tridosha

ECCO COSA SARAI IN GRADO DI FARE: I BENEFICI DEL MASSAGGIO THAI

Se eseguito con esperienza, preparazione e professionalità, con il massaggio thailandese riuscirai a far ottenere a chi si rivolgerà alle tue competenze benefici straordinari.

Infatti, grazie alle manovre che fanno parte di questa tecnica potrai:

  • influire sul sonno migliorandone la qualità;
  • migliorare la postura;
  • sollevare da stress e ansia;
  • portare benefici alla circolazione sanguigna e linfatica;
  • dare sollievo alla colonna vertebrale, alleviare il dolore al collo;
  • aiutare gli sportivi a recuperare dopo gli sforzi fisici e a migliorare le prestazioni;
  • rafforzare il sistema immunitario.

Questi sono solo alcuni dei vantaggi che riuscirai a procurare. Ed è per questo che ti consigliamo di inserire questa pratica nel tuo bagaglio di conoscenze. Ci sarà un motivo per cui la Thailandia è chiamata la Terra del sorriso.

Magari anche perché riescono a donare armonia psicofisica grazie alle loro tradizioni.

Per qualsiasi info, contattaci e visita il nostro sito.

Sei sempre in tempo per trasformare la tua vita nel capolavoro che hai sempre desiderato.