UNICA SCUOLA IN ITALIA AD OFFRIRTI CONSULENZA FISCALE PER LA TUA ATTIVITA’ DI MASSAGGIATORE PROFESSIONISTA, APPROFITTANE!

L’UNICA SCUOLA DI MASSAGGIO IN ITALIA A FORNIRE QUESTI TRE SERVIZI AGLI ALLIEVI:

  1. Un responsabile dedicato a chi vuole informazioni su leggi/fisco, per dare tutte le informazioni e sicurezze possibili all’allievo
  2. Un responsabile  che può parlare direttamente al telefono con il vostro commercialista in modo da poter chiarire a questo la situazione del massaggiatore
  3. Un responsabile che può intervenire al telefono in diretta con gli enti di accertamento qualora abbiate un controllo di questi e abbiate necessità  di spiegare quale sia la posizione del massaggiatore

La ‘Scuola Nazionale ‘ offre anche, ad un costo molto vantaggioso, un Commercialista convenzionato per la tua attività ; contattaci per maggiori info

Informazioni di base sugli aspetti legislativi

Innanzitutto è corretto fare una premessa utile e doverosa, per comprendere al meglio la collocazione professionale, in un settore dove non vi sono richiesti specifici requisiti o riconoscimenti di natura ministeriale.

L’Operatore specializzato in Massaggio Olistico o del Benessere, non è un operatore sanitario, e non eroga alcuna prestazione sanitaria. Non è e non può essere in alcun modo un terapeuta poiché è operatore del benessere:

  • non considera, non tratta e non si pone come obiettivo la risoluzione di patologie di stretta pertinenza medico/sanitaria;
  • non considera il proprio intervento sostitutivo di quello del medico;
  • non fornisce al ricevente prescrizioni farmacologiche o terapeutiche similari;

Il Massaggio Olistico o del Benessere quindi:

  • non è Fisioterapia
  • non è Massofisioterapia
  • non è Massoterapia
  • non è Osteopatia/Chiropratica
  • non è un trattamento invasivo

Detto ciò va fatto inoltre notare che la figura professionale di Massaggiatore in qualità  di Operatore Olistico o del Benessere, E’ considerata attività  legittima ai sensi della Costituzione Italiana (artt. 3, 4, 35, 41) e dal Codice Civile (artt. 2060, 2061, 2229), purchè non si sconfini in campi d’azione riservati alle professioni sanitarie propriamente dette (medica, fisioterapica, infermieristica).

Per quanto concerne poi la specificità  della possibilità  riguardo l’apertura di un centro massaggio o centro benessere è possibile (anche se non si è massoterapisti o estetisti) a condizione che non si svolgano nel centro pratiche estetiche o terapeutiche come già  detto.

Informazioni di base sugli aspetti fiscali

Gli operatori del benessere sono lavoratori autonomi e non aziende, quindi NON è richiesta l’iscrizione alla C.C.I.A.A. Nella dichiarazione di inizio attività  deve essere espressa l’eventuale opzione per i regimi agevolati: contribuenti minimi, nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo.

Per quanto riguarda l’ I.N.P.S. é necessaria l’iscrizione nella gestione separata. Codice attività  26 attività  diversa: operatore per il benessere fisico. Codice di attività  Ateco: 96.09.09 Altre attività  di servizi per la persona NCA.

Inoltre vi è anche a supporto la LEGGE N. 4 DEL 14 GENNAIO 2013. Il principio informatore cui pare ispirarsi la disciplina è quello della libertà  nell’esercizio della professione, un tanto purchè ciò non riguardi le professioni sanitarie. Analizzando inoltre il provvedimento, emerge come la professione possa essere esercitata liberamente, in quanto fondata sull’autonomia, sulle competenze e sull’indipendenza di giudizio intellettuale e tecnica. Unico vero e proprio obbligo per chi intende svolgere l’attività  di massaggiatore  quello di contraddistinguere la propria attività , in ogni documento e rapporto scritto con il cliente, con un espresso riferimento agli estremi della legge n. 4/2013.

Costo della Consulenza
50 Euro (Iva Inclusa) fino a 30 minuti 

COME FUNZIONA?

Se vuoi maggiori informazioni su Leggi e Fisco legati alla figura del Massaggiatore, Compila il Modulo qui sotto e ponici la tua richiesta!

I Tuoi Dati

 

Assistenza Leggi e Fisco

 

Codice di verifica